fbpx
Logo-Pummare-pizzeria-napoletana-roma-prati-3
wi-fi free zone

PummaRe arriva a San Giovanni, in Via Domenico Fontana: tutti i segreti del menù, tra prodotti del territorio e collaborazioni d’eccellenza

PummaRe è arrivato a San Giovanni, in Via Domenico Fontana, nel centro di Roma. La creazione del suo nuovo menù invernale, dedicato alla pizza napoletana e alla tradizione gastronomica italiana, è stata sostenuta da produttori di nicchia e ristoratori che, credendo nel progetto, hanno contribuito a renderlo unico nel suo genere. 

In equilibrio tra sapori di casa, memorie d’infanzia, nuove tendenze e biodiversità, la carta di PummaRe è pensata per soddisfare il palato di tutti; e per stupire, attraverso la rielaborazione dei piatti più classici, esaltandoli al massimo con abbinamenti inediti e prodotti di pregio, scoperti come tesori viaggiando per l’Italia, tra storie di resilienza e rispetto per il territorio. 

PummaRe – Pizzeria Roma San Giovanni – Pizzeria napoletana Roma – Nuove aperture Roma

Gli antipasti di PummaRe: tra Scarpette, prodotti esclusivi e collaborazioni di livello 

Così, ad esempio, tra gli antipasti, montanare, bruschette d’autore, supplì da degustazione e fritti della tradizione incontrano delle novità assolute. 

Tra queste, l’omaggio al rito delle “Scarpette” – che consente al cliente di intingere le bombette espresse in tre succulenti intingoli – e la nuova versione della mozzarella in carrozza: studiata in collaborazione con Francesco Loreti, proprietario de La Formaggeria del Mercato Epiro di San Giovanni, punto di riferimento per gli amanti dei prodotti caseari nella Capitale. La croccante mozzarella, infatti, incontra la “Ventricina di Enrico”, distribuita in esclusiva su Roma proprio da Loreti: un delizioso salume spalmabile teramano a base suino, sale di Cervia, erbe aromatiche e buccia d’arancia, che si sposa alla perfezione con la mozzarella calda e filante, l’alice di Cetara e il cappero fritto. 

Il pangrattato è del Forno Roscioli e gli stick dello chef Andres Upegui, di Alchimia Food Lab

Sempre tra gli antipasti, altre due novità: le sfere di stracotto alla romana, omaggio alla tradizione capitolina, sono panate nel pangrattato a grana rustica dello storico Forno Roscioli, mentre gli stick di pollo, accompagnati dalla mostarda al miele, sono preparati in esclusiva per PummaRe dallo chef Andres Upegui del ristorante Alchimia Food Lab; concept dedicato alla fusione tra cucina italiana, sud americana e twist orientali, già punto di riferimento per i food lovers del quartiere. 

La pizzeria: variazioni sul tema, prodotti Arca del Gusto e presidi Slow Food 

Ma se è la pizza la protagonista indiscussa di PummaRe, preparata ad arte dai mastri pizzaioli napoletani, è anche nella carta della tonda che si esprime al massimo il viaggio alla scoperta delle eccellenze territoriali e delle migliori materie prime. 

Così, ad esempio, la biodiversità campana è omaggiata nella sezione dedicata alle variazioni sul tema “Margherita”, attraverso una selezione di sette varietà di pomodoro campano, molte delle quali tutelate dalla fondazione Arca del Gusto di Slow Food per la tutela dell’agroalimentare a rischio estinzione. 

Tra “Le Innovazioni”, la Cruschella – con peperone crusco, friarielli e ricotta di bufala – è impreziosita con il caciocavallo podolico, presidio Slow Food realizzato con latte di mucca podolica attraverso la tecnica della pasta filata. Nella stessa sezione, spicca “Il segreto di Enrico”, dove si ritrova la Ventricina teramana: una pizza con impasto integrale dove l’aroma del salume spalmabile è esaltato al massimo grazie all’abbinamento con il pomodoro giallo – dolce e succoso -, il pecorino e la ricotta.

About the Author
FEDERICA POMPA Classe 87, wonderluster, mangiatrice di libri e di dolci. Da sempre con le mani in pasta, scrivo, lavoro e vivo per la cucina da quando ho deciso di trasformare i miei sogni nel mio pane quotidiano.

Leave a Reply

*

captcha *