fbpx
Logo-Pummare-pizzeria-napoletana-roma-prati-3
wi-fi free zone

Basilica e Basilico? Cosa c’entra la basilica di San Giovanni con la pizza di PummaRe?

Il ristorante Pizzeria PummaRe, è ufficialmente arrivato a San Giovanni, nel cuore del centro di Roma. Ma, cosa hanno in comune la Basilica di San Giovanni – che sorge imponente a poche decine di metri dalla porta d’ingresso del nostro ristorante – e il basilico, ingrediente principe della pizza napoletana? Scopriamolo insieme! 

PummaRe–Pizzeria Roma San Giovanni–Pizzeria napoletana Roma–Nuove aperture ristoranti Roma

La Basilica di San Giovanni: dall’antica Roma all’impero 

L’Arcibasilica del Sant.mo Salvatore e dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista – comunemente chiamata “San Giovanni in Laterano” – sorge nelle vicinanze del nostro ristorante, in Via Domenico Fontana 16

È considerata in Italia e nel mondo, la “madre di tutte le chiese”. Ma le cose non sono state sempre così. Nella remota antichità, infatti, in questa zona sorgeva una maestosa villa, proprietà della famiglia romana dei Laterani. Nel corso dei secoli, la dimora venne riutilizzata per scopi militari e commerciali… finché non entrò in scena una certa Fausta. 

Fausta non era una nobildonna qualsiasi. Era la seconda moglie di Flavio Valerio Costantino, imperatore romano al cui nome è legata la fondazione della Basilica, ed aveva ereditato le mura degli ex edifici dei Laterani. 

Costantino vinse la Battaglia di Ponte Milvio, dopo avere combattuto nel nome di quel segno – la croce – che un angelo gli aveva mostrato in sogno. Convinto nel processo di conversione del suo impero, Costantino si cominciò a dedicare alla diffusione della libertà del culto cattolico, impegnandosi ad offrire alla neonata chiesa il luogo migliore per officiare il proprio ministero. 

Nasce la Basilica di S. Giovanni: ma a cosa deve il suo nome? 

La Basilica, edificata proprio nell’edificio della moglie, venne consacrata nel 324 da Papa Silvestro, dapprima dedicata a S. Salvatore e poi, a cavallo dei secoli IX e XII, a S. Giovanni Battista ed Evangelista. 

Ma da dove deriva il termine “Basilica”? Il nome è di origine greca, e deriva dall’aggettivo basiliké (regio, reale): così gli antichi romani definivano quelle strutture, sempre a pianta rettangolare e luminosissime, dove si svolgeva la vita pubblica e si amministravano giustizia e commercio; esattamente come accadeva nella Basilica di S. Giovanni prima della sua trasformazione a luogo di culto. All’indomani della diffusione del cattolicesimo romano, con il termine si cominciarono ad indicare anche le chiese. 

Un’altra curiosità: c’entra qualcosa il termine con la pianta del profumatissimo basilico, ingrediente principe delle pizze napoletane tradizionali, come quelle servite da PummaRe? 

Sì, perché entrambe le parole hanno la stessa origine: nel caso della pianta aromatica, si pensa che il nome si debba all’antica usanza di usarlo, pestato e distillato, per produrre inebrianti e preziosi profumi destinati alle famiglie nobili. Un’aura magica che non si è mai persa nei secoli, tra riti propiziatori e superstizione. 

Anche nel caso di PummaRe, Basilico e Basilica sembrano essere non due nomi qualsiasi, ma due simboli legati da sempre. Un filo che abbiamo ricucito, finalmente, il 30 settembre 2019. 

Benvenuti a casa! 

About the Author
FEDERICA POMPA Classe 87, wonderluster, mangiatrice di libri e di dolci. Da sempre con le mani in pasta, scrivo, lavoro e vivo per la cucina da quando ho deciso di trasformare i miei sogni nel mio pane quotidiano.

Leave a Reply

*

captcha *